Spedizione 4,90€ | Gratis sopra i 79€

Tenuta Montauto

Le strade che portano alla Tenuta Montauto sono antiche, attraversano e conducono a luoghi lontani dal flusso del traffico. Qui la Toscana è unita all’alto Lazio dalla memoria etrusca e dalla natura. Vulci da un lato, Manciano, Saturnia e Pitigliano dall’altro. Lo stemma dell’azienda, con l’iniziale di Montauto incrociata con l’uncino del buttero, stava a significare lo spirito pionieristico di produrre vini bianchi in una terra tradizionalmente considerata adatta solo ai rossi. Uno spirito enologico pionieristico che è già scritto nel nome di Enos, il nonno, che oggi è anche il nome del Maremma Sauvignon di Tenuta Montauto, che ha successo in tutto il mondo. Alla Tenuta Montauto sono decisamente fortunati. Non c’è nulla intorno a loro: solo il silenzio a perdita d’occhio dei fitti boschi maremmani, il vento, le lepri e i falchi. Non ci sono fabbriche, non ci sono centri abitati, non ci sono vicini, non ci sono strade se non la provinciale di Campigliola. Un isolamento che permette loro di fare scelte senza compromessi, in totale libertà e con un’assolutezza che deriva dall’essere svincolati dal mondo. Oltre all’isolamento, hanno anche la fortuna della provvidenziale aria di mare che soffia sempre da ovest. Il mare non si vede, ma si sente nel vento che soffia da Capalbio, che dista solo 10 km in linea d’aria. Un vento che asciuga le viti e le sana dall’umidità.

Producer

Price

Filter By

Sfoglia altri produttori